Coccole Books: Libri per Prima, accompagnare i bambini nelle prime letture

Giulia Siena
PARMA – Cosa si fa quando i piccoli lettori crescono e la lettura diventa un momento autonomo per addentrarsi nelle storie, rilassarsi e diventare (lettori) più bravi? I Libri per Prima, la collana di Coccole Books dedicata ai bambini tra i sei e i sette anni, propone racconti semplici e divertenti scritti in stampatello maiuscolo; all’inizio solo poche righe e, mano mano che il racconto procede, il testo si infittisce senza mai diventare pensante. Infatti, le parole sono corredate da immagini vivaci e immediate. Da qualche settimana in questa collana sono presenti due nuovi titoli: Betta suona qui! di Gigliola Alvisi e Camilla e i calzini sperduti di Anna Lavatelli, entrambi con le illustrazioni di Désirée Pozzi.

In Betta suona qui! la piccola protagonista ha un’amica che definire amica del cuore sarebbe davvero un affronto all’amicizia. Già, perché Celeste è davvero una peste e, sebbene Betta e Celeste siano state costrette sin da piccole a diventare amiche, ora che hanno sei anni le loro differenze caratteriali le hanno portate ad allontanarsi; mantenere l’amicizia è sempre più difficile. Non solo Betta non sopporta più il tono di sufficienza di Celeste, ma ora la peste si permette anche di prendere in giro Momo, il fratello di Betta. Il bambino urla e sbraita, sembra quasi stupido agli occhi della “finta” amica ma per Betta è il fratello migliore che c’è! Una nuova amicizia, qualche chiarimento e le cose cambieranno, anche nei confronti di Momo.

In Camilla e i calzini sperduti si segue il caso della famiglia Scarpetta alle prese con lo smarrimento continuo di calzini nella grande lavatrice di casa. Le ipotesi sulle sparizioni sono tante, eppure Camilla, la piccola di casa, osservando la vita quotidiana dei suoi familiari arriverà ad elaborare una teoria ben precisa che porterà a risolvere il mistero.

Betta suona qui! e Camilla e i calzini sperduti sono libri che sviluppano una trama ben congegnata che porta i bambini a immedesimarsi nella storia e riuscire a riconoscere gli atteggiamenti di prepotenza e quelli di affetto e di sviluppare una buona capacità di osservazione.

Dai 6 anni.

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi