Coccole Books, novità e riconoscimenti per la casa editrice cosentina

Giulia Siena
ROMA – Mesi intensi per Coccole Books, la casa editrice cosentina che da oltre dieci anni porta avanti un sogno editoriale con le radici ben ancorate al territorio e ali per arrivare ovunque. L’attività di ricerca, pubblicazione e promozione fatta in questi anni da Daniela Valente e Ilario Giuliano è stata intensa e incessante; buona la proposta editoriale, importanti i temi trattati, fondamentale il coinvolgimento per ogni nuova pubblicazione. Questo grande lavoro ha portato, negli ultimi mesi, tanti riconoscimenti: il 2017 si è chiuso in maniera positiva e il 2018 è stato all’insegna delle novità e della soddisfazione. Da ultimo arriva, infatti, il premio Un libro per l’ambiente 2018 assegnato a Terra pianeta inquieto, il volume di Dino Ticli illustrato da Enrico Macchiavello che spiega in maniera semplice i più grandi fenomeni della natura.
Troppo piccola per dire sì di Gigliola Alvisi si è meritato il Premio Minerva e Premio Gigante delle Langhe (11-14 anni), mentre Il sogno di Martin (le speranze di un giovane Martin Luter King raccontate ai ragazzi) di Dino Ticli è stato selezionato per il Bancarellino, finalista al Premio Minerva e secondo classificato al Premio Arpino. A Il sogno di Martin, si aggiungerà l’uscita – tra qualche giorno – de L’Angelo di Ali, un libro di Anselmo Roveda che racconta la storia del grande pugile tra ring e battaglie civili e del suo allenatore-amico, il più grande allenatore di pugilato di tutti i tempi,  Angelo Dandee, figlio di calabresi emigrati in America. I due titoli sono parte di una collana dedicata ai grandi personaggi che avrà nel 2019 altri due uscite.
Come dimenticare, infine, in questa lunga carrellata di riconoscimenti, Passo Davanti di Nadine Brun-Cosme con le illustrazioni di Olivier Tallec, Premio Andersen 2018 per Miglior libro 0/6.

 

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi