HarperCollins: “La saggezza del bradipo. Scopri il tuo animo bradiposo e goditi la vita!” di Jennifer McCartney

Daniela Distefano
CATANIA“Non agitarti. Fai con calma. Rilassati. Prenditi un momento per te. Siamo costantemente bombardati da inviti alla calma. Alla lentezza. Alla consapevolezza. E a ragione. La scienza ha dimostrato che rallentare un po’ il ritmo comporta una gran quantità di vantaggi, non ultimi un aiuto nella gestione della fibromialgia (dolore cronico), l’aumento della felicità e la conseguente diminuizione del livello di stress. Eppure sembrare pigri è un peccato capitale nella nostra società iperstimolata”.

Jennifer McCartney è autrice di numerosi libri tra cui un saggio bestseller contro l’imperante mania del riordino, a lungo in vetta alla classifica del New York Times. Scrive anche per The Atlantic, Vice, Teen Vogue e BBC Radio 4, con il volumetto La saggezza del bradipo (HarperCollins, traduzione di Claudia Lionetti) si propone di tracciare un diagramma sul modo migliore per affrontare stress e altre idiosincrasie della nostra odierna società. La premessa fondamentale da cui parte è l’opinione che allentare il ritmo comporta una miriade di benefici. E chi meglio del bradipo può rappresentare questo “movimento della lentezza”? Con quelle zampe lunghe, quel pelo irsuto e gli occhi enormi, il bradipo è originario degli ambienti tropicali e umidi, contribuisce all’equilibrio delle foreste pluviali dell’America Latina, ma non solo: ha anche molto da insegnarci su come vivere la vita. Come agire allora a difesa della nostra integrità mentale e fisica? Il metodo CALM si compone di quattro semplici consigli per diventare “bradiposi” in un lentissimo baleno.

C come “Che bello dormire!”.
A come “Addio telefono!”.
L come “Liberi dagli obblighi”.
M come “Ma perché tutta questa fretta?”.

A volte basta poco per non allungare troppo la corda. Attività fisiche inerenti alla filosofia del bradipo sono il curling, lo shuffleboard, le freccette, il nuoto, il croquet, il tennis, le bocce etc. Provare per credere. E poi occorre rivoluzionare la nostra concezione del riposo e dei suoi strumenti di rilassamento, il libro è categorico su questo punto: “Fai tua l’arte del sonno, della lettura lenta, del viaggio senza un piano preciso”. Ci vuole proprio un abbandono alla scienza della musica distensiva, bisogna cercare la solitudine, riscattare l’aggettivo “pigro”, eccellere in qualcosa e chi se ne frega del resto, individuare l’essenziale, imparare a lasciarsi andare, la vita è breve, meglio trascorrerla facendo cose piacevoli.

La saggezza del bradipo è un opuscolo utile e scritto con amore, si avverte lo sforzo dell’autrice di dare il giusto peso cerebrale nella bilancia dei nostri giorni. Se stacchiamo la spina, si apre una valvola di emozioni, situazioni imprevedibili che non segano la tranquillità, anzi la alimentano concedendoci un respiro di sollievo prolungato, gradevole e liberatorio.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi