Leggendo crescendo: il primo young adult firmato Biancoenero

Cibo, ragazze e tutto quello che non posso avere di Allen Zadoff

Giulia Siena
PARMA
– Andrew Zansky ha quindici anni e la vita, quella che ricomincia nella nuova scuola, si prospetta non proprio semplice. Ma partiamo dall’inizio perché Cibo, ragazze e tutto quello che non posso avere è un titolo emblematico per questo romanzo frutto della penna di Allen Zadoff. Pubblicato dalla casa editrice Biancoenero, il racconto – ad alta leggibilità – è il primo, riuscitissimo, young adult proposto dalla casa editrice romana.

La vita di Andrew è al giro di boa: il primo superiore. Una nuova scuola, un nuovo ambiente e stessi problemi… a partire dalla bilancia: 139 chilogrammi da racchiudere in pantaloni sempre troppo stretti. Chili che fanno parlare e “disperare” anche madre, ma Andrew è diventato un maestro: sa ironizzare sul suo aspetto fisico, dissimulare il proprio imbarazzo e minimizzare lo scherno degli altri. La nuova scuola sarà un banco di prova importante e l’occasione arriverà con April. April, “non una ragazza qualsiasi” ma la ragazza dei suoi sogni in versione asiatica, colei per la quale Andrew finge di essere uno sportivo e grazie alla quale si esporrà anche durante le lezioni di storia. Da questo momento per Andrew, abituato a rifugiarsi nel cibo succulento che prepara sua madre, la quotidianità sarà fatta di piccole grandi sfide. Nulla – o quasi – riuscirà a fermare la costante e crescente voglia di Andrew di migliorarsi e guadagnarsi un posto nella squadra di baseball della scuola, nel cuore di April, agli occhi indaffarati e indifferenti di suo padre. Andrew torna, quando può, ad affogare il proprio malumore e rabbia nei biscotti al cioccolato, nei condimenti per la pizza o nelle patatine, ma intanto cresce, si rafforza, cambia, emerge. La sua testardaggine lo porterà a sbagliare, a riprovare, a deludere qualcuno, a riprovare a essere buoni amici, a trovare la mediazione, a trovare un abbraccio.

Cibo, ragazze e tutto quello che non posso avere è la storia di un cambiamento, di una evoluzione ma, allo stesso tempo, è la storia – narrata con ironia e sincerità – di una famiglia sgangherata, di un amore timido e puro, della passione per uno sport, del bisogno di appartenere a qualcosa, appartenere a qualcuno.

Allen Zadoff

Nato a Boston, ha vissuto a New York, Tokyo e Los Angeles. Oggi scrive libri per ragazzi e giovani adulti.

Il mio nome è Andrew Zansky. Ho 15 anni e peso 139 chili.
A dire il vero, mi sono pesato ieri e sono sceso a 138 chili e 7 etti. E’ tanto, per uno della mia età.
Ok, è tanto per uno di qualsiasi età. Non è così tanto da farsi sì che facciano un documentario su di te, ma è abbastanza da farti notare ovunque tu vada.

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *