“La vendetta veste Prada. Il ritorno del diavolo”: l’attesissimo sequel del celebre romanzo di Lauren Weiseberger

la-vendetta-veste-prada-350_oggetto_editoriale_w300Alessia Sità

ROMA –  “In fondo al cuore Andy lo sa: nessuna volta le spalle a Miranda Priestly e sopravvive indenne”.
Se avete amato il “Diavolo veste Prada”, non potrete fare a meno di leggere l’attesissimo seguito firmato – ancora una volta – dalla brillante penna di Lauren Weiseberger e pubblicato in Italia da Piemme.
Sono trascorsi ben dieci lunghi anni da quando Andrea Sachs, conosciuta anche come Andy, ha deciso di abbandonare la promettente carriera come assistente della terribile Miranda Priestly, la famosa direttrice di “Runway”. Arrivata alla soglia dei 32 anni, Andy è ormai una donna indipendente e di successo. Adesso dirige “The Plunge”, una patinata rivista di moda specializzata in matrimoni. Al suo fianco c’è la sua arci-migliore amica e socia Emily, l’ex dispotica assistente di Miranda, tornata più combattiva e magra di prima. Sebbene il passato sia solo un ricordo, nella mente di Andrea continuano a riaffiorare ancora incubi notturni, legati ai terribili momenti vissuti accanto alla mefistofelica Priestly. E solo l’idea di partecipare a eventi mondani, che rischiano di diventare un faccia a faccia con il diavolo, la fa impallidire. Nonostante qualche ansia di troppo e qualche piccolo timore profetico, la vita di Andy è completamente cambiata. Il suo matrimonio con Max, uno degli scapoli più ambiti della Grande Mela, è ormai alle porte. Quello che sembra essere un momento magico, però, sta per essere stravolto da un imprevisto. Tutte le certezze di Andrea stanno per crollare. La tanto temuta Miranda è pronta a tornare e la sua vendetta non si lascerà attendere troppo. La diabolica direttrice, infatti, sta per assestare un nuovo durissimo colpo alla vita delle sue ex assistenti.
Abbandonato il ‘glamour’ che ha contraddistinto “Il Diavolo veste Prada”,  con il suo sequel Lauren Weiseberger ha tentato  di ripetere il successo del passato. Ancora una volta, la sua scrittura brillante e divertente ha saputo conquistare molte lettrici, che inevitabilmente hanno potuto riconoscersi, almeno in parte, nella nuova frenetica vita di Andrea, divisa fra matrimonio, maternità, lavoro, famiglia, eventi e incontri inattesi.

 

Informazioni su Alessia Sità

Laureata in Editoria e Giornalismo, da sempre coltiva l’amore per il teatro, la lettura e la poesia. Passioni che si sono concretate nel gruppo culturale “Il Carro dell’anima”, nato molti anni fa nel suo piccolo e splendido paese. Per lavoro, si interessa anche di televisione, intrattenimento e serie TV. Ama trascorrere il tempo libero andando al cinema o facendo un salto in libreria (adora, infatti, immergersi nella letteratura chic lit e perdersi in tutte le forme che la cultura può assumere). La sua filosofia di vita si ispira essenzialmente a una delle poesie più belle di Emily Dickinson: “Non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane né corsieri come una pagina di poesie che si impenna questa traversata può farla anche il povero senza oppressione di pedaggio tanto è frugale il carro dell’anima.”
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.