“Un sogno su misura” il libro perfetto per diventare grandi

Alessia Sità

 

ROMA – Nonie ama la moda. Edie spera di poter salvare il mondo. Jenny sogna Hollywood.
Amicizia, solidarietà e tanti sogni da realizzare. Sono questi gli ingredienti principali di “Un sogno su misura” il libro di Sophia Bennett, edito da Piemme Junior nella collana Il battello a vapore.
La vita di tre amiche molto speciali cambia completamente dopo l’incontro con una ragazzina della loro stessa età, scampata miracolosamente alla tragedia della guerra in Uganda. Improvvisamente Nonie, Edie e Jenny hanno l’opportunità di fare qualcosa di veramente molto importante, riuscendo a realizzare allo stesso tempo anche i loro sogni nel cassetto. Sophia Bennett ci regala una deliziosa storia di buon sentimenti, insegnandoci che per raggiungere grandi obiettivi e mete molto ambite serve tanta ostinazione e un gruppo di amici veri, pronto sempre a supportarsi nei momenti più difficili e nelle grandi sfide quotidiane. A chiudere il libro della Bennett è un’interessante postfazione sull’ONLUS Humana: un’organizzazione umanitaria, indipendente e laica,  nata nel 1998 per sostenere e realizzare progetti di sviluppo nel Sud del mondo”. Un’attività incentrata su diversi ambiti come: educazione, sicurezza sanitaria e alimentare, aiuto all’infanzia e sviluppo comunitario.

 

Informazioni su Alessia Sità

Laureata in Editoria e Giornalismo, da sempre coltiva l’amore per il teatro, la lettura e la poesia. Passioni che si sono concretate nel gruppo culturale “Il Carro dell’anima”, nato molti anni fa nel suo piccolo e splendido paese. Per lavoro, si interessa anche di televisione, intrattenimento e serie TV. Ama trascorrere il tempo libero andando al cinema o facendo un salto in libreria (adora, infatti, immergersi nella letteratura chic lit e perdersi in tutte le forme che la cultura può assumere). La sua filosofia di vita si ispira essenzialmente a una delle poesie più belle di Emily Dickinson: “Non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane né corsieri come una pagina di poesie che si impenna questa traversata può farla anche il povero senza oppressione di pedaggio tanto è frugale il carro dell’anima.”
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.