“Del giorno e della notte”: il dittico dedicato a Franca Rame

1241087_10201925974658786_1169684325_nAlessia Sità

ROMA – In occasione del IV concorso Nazionale letterario di scrittura narrativa, Diamond Editrice presenta il quarto dittico intitolato “Del giorno e della notte”. Un’imperdibile antologia dedicata alla memoria di una grande donna, attrice straordinaria che ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo della cultura e del teatro, l’indimenticabile Franca Rame.
A dispetto degli altri anni, i racconti verranno selezionati fra un novero di volti noti del mondo della televisione, del cinema e della canzone. Non mancheranno,inoltre, anche autori affermati. L’impalcatura dell’opera sarà dunque ben solida, mentre il cuore del volume sarà riservato a due autori scelti tramite concorso. Sono molti i personaggi famosi che hanno aderito al progetto antologico, fra questi Anna Mazzamauro, Ettore Comi, Leandro Castellani, Enzo Salvi, Vincenzo Incenzo, Pino Strabioli, Giancarlo Governi, Sebastian Maulucci, Ivan Cattaneo.
Ancora una volta Diamond Editrice presterà particolare attenzione all’aspetto umanitario della cultura, parte del ricavato delle vendite sarà, infatti, devoluto a Croce Rossa Italiana.
Per avere maggiori informazioni sul regolamento del concorso: www.diamondeditrice.eu/news/concorsi.html

Informazioni su Alessia Sità

Laureata in Editoria e Giornalismo, da sempre coltiva l’amore per il teatro, la lettura e la poesia. Passioni che si sono concretate nel gruppo culturale “Il Carro dell’anima”, nato molti anni fa nel suo piccolo e splendido paese. Per lavoro, si interessa anche di televisione, intrattenimento e serie TV. Ama trascorrere il tempo libero andando al cinema o facendo un salto in libreria (adora, infatti, immergersi nella letteratura chic lit e perdersi in tutte le forme che la cultura può assumere). La sua filosofia di vita si ispira essenzialmente a una delle poesie più belle di Emily Dickinson: “Non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane né corsieri come una pagina di poesie che si impenna questa traversata può farla anche il povero senza oppressione di pedaggio tanto è frugale il carro dell’anima.”
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.