"Il ponte dell’affido (Il capomastro di Bensistà)" da Rugginenti un audiolibro per stare meglio tutti insieme

Giulia Siena
ROMA “Sì, AFFIDO era la parola più adatta ad indicare quello che si doveva fare per moltiplicare l’amore”. Ideato dal Centro Culturale Teatro Camuno, con le parole di Nini Giacomelli, le illustrazioni di Sergio Staino e la voce di Enzo Decaro, prende forma “Il ponte dell’affido. Il capomastro di Bensistà”, un audiolibro (libro+cd) pubblicato dalla Rugginenti di Milano.
Molto tempo fa nel villaggio di Bentistà regnava sovrana la confusione: tutti gli abitanti, parenti di famosi protagonisti deelle favole, si accapigliavano tra loro.
Tutto andava a rotoli, botte, urla e litigi arrivarono fino alle orecchie degli abitanti di Bensistà, i quali decisero di intervenire. Bensistà era un tranquillo paesello, un’oasi felice a pochi metri dal rumoroso villaggio di Bentistà. Gli Stobenone, abitanti di Bensistà, passarono i controlli a valle del paese confinante e approdarono a Bentistà carichi di impegno e solidarietà per aiutare i propri vicini. Per riuscire nella missione sapevano ce la parola magica era AFFIDO, serviva per moltiplicare l’amore e spronare alla condivisione. Bisognava far capire agi irretiti cittadini di Bentistà che gli Stobenone erano arrivati per donare serenità attraverso la cura reciproca.
Ne “Il ponte dell’affido” i principi di amore, solidarietà, amicizia e “mutuo soccorso” vengono descritti in maniera divertente e sorprendente. Nini Giacomelli intesse una storia dall’argomento importante in modo ironico e allo stesso tempo significativo. Le illustrazioni del “maestro” Sergio Staino  non fanno altro che completare e dare una forma ad un racconto che arriva in maniera immediata al lettore-ascoltatore, grazie anche alla calda interpretazione di Enzo Decaro.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.