“Io e te sull’isola che non c’è”: un’amicizia che cresce sul web

io-e-te-sullisola-che-non-ce_coccole_chronicalibriGiulia Siena
PARMA“Al ragazzo piaceva uscire con gli amici e bighellonare in giro per la città, sfidare i prof a scuola e farsi vedere incollato a Tessa. Eppure a Nico piaceva anche Orma rossa, Lu-la-sfigata come la chiamavano i compagni, e secondo lui Rosa-ciccia ed Eko erano una coppia simpaticissima, lo diceva sempre anche Valeria, ma lui no, guai ad ammetterlo fuori dal web!”
Giuliana Facchini torna in libreria con Io e Te sull’isola che non c’è (Coccole Books) un romanzo che parla di amicizia, crescita e amore per gli animali. Fuori dal web Nico e Lucia a malapena si parlano. Si conoscono, sì, perché entrambi lavorano nell’albergo del nonno di lei, dove la ragazza cerca di dare una mano come può e dove Nico serve ai tavoli; ma per il resto lui è sempre incollato alla bella Tessa e Lucia è quasi invisibile. E’ nella chat, però, che i ragazzi si incontrano e si confessano: lì lui è Lupin e lei Orma Rossa. Come se fossero su un’Isola che non c’è, i due ragazzi si cercano, si confrontano e discutono. Lì Nico torna il ragazzo semplice ed amichevole che conoscono i suoi familiari e Lucia riesce a raccontare dei dissapori con il nonno, dell’assenza di suo padre e della malattia della madre Rachele. Nel loro rifugio virtuale parlano del canile di Maggy e di quella passione per gli animali che fa sussultare i loro cuori; si confrontano sugli odiosi atteggiamenti della contessina Tessa – ex amica di Lucia – e del suo strano modo di essere al centro dell’attenzione. Lucia e Nico vivono quell’altrove come valvola di sfogo, come luogo salvifico in cui abbandonare le maschere e rimanere semplicemente due ragazzi qualunque. Il loro stare accanto, uno all’altra, sarà decisivo per le sfide al cospetto delle quali la vita li metterà in questa estate lunghissima.

Tra misteri, confessioni, responsabilità e chiarimenti, Io e Te sull’isola che non c’è mette i due protagonisti di fronte a delle scelte da fare in nome di una grande Amicizia.

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.