Una guida al libro e alla passione della lettura.

Giulio Gasperini
AOSTA – Antonio Ferrara redige una guida, ironica, impertinente, persino irriverente, sulla e per la lettura: Leggero leggerò, edito da Interlinea Edizioni, è una miscellanea di scritti, che analizzano e ispezionano vari aspetti connessi alla lettura dei testi, all’esplorazione dei libri, alla loro fruizione, pubblica e privata, silenziosa e ad alta voce. Per ammissione stessa dell’autore, si può utilizzare questo testo secondo varie modalità: si può leggere dalla prima all’ultima pagina, in successione, ma si può saltare anche da un capitoletto all’altro, senza soluzione di continuità.

“Leggero leggerò”, che già scherza e ironizza a partire dal titolo, è un vero e proprio dizionario, un’enciclopedia che ha come elemento di analisi la lettura e tutto quello che ruota intorno a lei: parole come “fiaba”, “animismo”, “tempo”, “ritmo”, “mediazione”, vengono analizzate con una divertita e divertente accuratezza, fornendo esempi, citazioni, suggerimenti presi da autori e testi. Offre una guida, per così dire, sapiente e sapida di come orientarsi nel mare magnum della lettura: quali sono le strategie per una lettura ad alta voce più efficace e ficcante, quali sono gli aspetti da tenere in considerazione nel momento in cui decidiamo di “valutare” un testo, quali possono essere i rapporti, anche insani, che si instaurano tra lettrice e autore, tra autrice e lettore.

Diventa una specie di ottovolante, un parco giochi estremamente appassionante, soprattutto per chi già non può fare a meno dei libri ed è affetto da tsundoku, quella raffinata arte di acquistare compulsivamente e accatastare libri, pur sapendo che potrebbero non essere letti mai.

È un breviario, Leggero leggerò, una guida sentimentale, una miniera di indagini e materiali, di spunti di riflessione e di analisi che affondano chirurgicamente mantenendo una leggerezza e una levità calviniana, capace di sorprendere e meravigliare.

Tra notazioni più tecniche e ragionamenti più teorici, Leggero leggerò è uno strumento appassionato e appassionante, che riconferma ancora di più nella passione della lettura chi è già avvezzo e può creare un’aspettativa allettante per chi ancora non ha scoperto ogni singola potenzialità del libro e della lettura.

Informazioni su Giulio Gasperini

Laureato in italianistica (e come potrebbe altrimenti), perdutamente amante dei libri, vive circondato da copertine e costole d’ogni forma, dimensione e colore (perché pensa, a ragione, che faccian anche arredamento!). Compratore compulsivo, raffinato segugio di remainders e bancarelle da ipersconti (per perenne carenza di fondi e per passione vintage), adora perdersi soprattutto nei romanzi e nei libri di viaggio: gli orizzonti e i limes gli son sempre andati stretti. Sorvola sui dati anagrafici, ma ci tiene a sottolinare come provenga dall’angolo di mondo più delizioso e straordiario: la Toscana, ovviamente. Per adesso vive tra i 2722 dello Zerbion, i 3486 del Ruitor e i vigneti più alti d’Europa.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. grazie! Bella scoperta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.