Leggendo Crescendo: nuovo titolo Le Rane Interlinea

“Stick Dog vuole un hot dog”, seconda avventura firmata Tom Watson

Giulia Siena
PARMA
– Nuova avventura per Stick Dog, il cane più dissacrante e divertente della letteratura per ragazzi. Nato dalla penna (e dalla matita) di Tom Watson, Stick Dog si troverà ad affrontare la sfida più difficile: sottrarre a un umano del cibo. Insieme ai suoi inseparabili quattro amici, Meticcio, Babà, Striscia e Karen, Stick Dog dovrà provarle tutte per distrarre Peter, l’uomo dei salsicciotti.

Stick Dog vuole un salsicciotto, pubblicato in queste settimane da Le rane Interlinea, ha un sapore ancora più particolare: all’arguzia della penna di Watson, all’allegria e alla goffaggine dei personaggi, si aggiunge quel pizzico di essenziale senso di comunità. I nostri fantastici “eroi”, infatti, dovranno perseguire insieme un obiettivo e combattere per raggiungerlo. La strada non sarà facile, anzi, verranno distratti da minacce, perplessità, affamati antagonisti, piccole sparizioni ed enormi imprevisti, ma si sorreggeranno l’un l’altro e insieme tenteranno il tutto per tutto. Il volume, grazie alla leggerezza dei temi e alla facilità di lettura, è consigliato per lettori che abbiano almeno 7 anni.

Tom Watson

Dopo aver lavorato in politica, nel settore pubblicitario e in quello del marketing, Tom Watson ha deciso di scrivere per i bambini. La sua scrittura è caratterizzata da una grande vena ironica che caratterizza tutti i suoi scritti.

“Stick Dog guardò Striscia ma non disse nulla. Sapeva bene che “superdeligustizioso” non era una parola. Ma se lo fosse stata, sarebbe stata quella più azzeccata per descrivere il meraviglioso aroma che si sprigionava dal carretto dei salsicciotti. […] Bene, prima di continuare, sapete tutti che cosa sono i salsicciotti, vero? sono le salsicce che si mettono negli hot dog. Ma se in questa storia io usassi la parola “hot dog” rischierei di creare confusione, o se non altro di essere ripetitivo”…

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.