"Sparkle Bere Spumante 2011", la guida alle bollicine d’Italia edita da Cucina&Vini

ROMA – Dal profondo nord fino alla punta estrema dello stivale e poi via fin sulle isole, il Belpaese è una vera esplosione di bollicine di tutti i colori e di tutti i profumi. Ormai si spumantizza tutto, anche troppo pensiamo noi, ma con risultati sempre più importanti. Sia per il riscontro più che positivo ottenuto dal mercato nazionale – gli spumanti conquistano, un po’ ovunque, sia i neofiti sia i bevitori più esperti e sofisticati – sia per il successo all’estero, dove, ferma restando la supremazia storica acquisita dallo Champagne, le nostre bollicine piacciono a un pubblico sempre più vasto. In questo marasma di prodotti una guida è quanto mai necessaria, per orientarsi, per scegliere, per provare gli abbinamenti gastronomici consigliati (a volte un po’ arditi a nostro parere…). Allora ecco “Sparkle Bere Spumante 2001” edita da Cucina&Vini, da anni una garanzia nel suggerire al lettore consumatore il meglio della produzione di spumanti del nostro Paese. Ottimamente redatta e curata da Francesco D’Agostino, questa vera e propria bibbia delle bollicine made in Italy conta ben 746 etichette raccontate con precisione e passione e che rappresentano il top del mondo delle bollicine italiane.  Oltre 330 pagine che descrivono perlage, profumi e sapori dei migliori spumanti secchi d’Italia con schede organolettiche di estrema completezza, arricchite da dati come prezzo in enoteca, abbinamenti, uvaggi che, giunta alla nona edizione, si conferma come una delle pubblicazioni più complete del settore, vero punto di riferimento sia per gli operatori del settore che per il pubblico di appassionati. Una guida che racconta una realtà, quella delle bollicine, in continuo fermento e costante crescita come confermano i dati che parlano di una sostanziale tenuta sul mercato interno e un segno positivo per quello che concerne l’export.
I mercati stranieri continuano infatti premiare la qualità e la versatilità dei nostri prodotti. Germania (+10%), States (+15%), Regno Unito (addirittura +30%) e Russia (+200%) sono soltanto alcuni dei Paesi dove gli spumanti made in Italy imperversano e guidano la rinascita dell’intero comparto vitivinicolo nostrano.
Effettivamente è un momento favorevole per la spumantistica italiana – conferma Francesco D’Agostino, curatore della guida – che proprio sul versante della qualità deve puntare le sue fiches. E lo  dimostra anche il fatto che le 5 sfere sono passate dalle 29 della passata edizione alle 39 dell’attuale. E garantisco che questo non dipende dal fatto che siamo diventati più buoni e di manica larga quanto piuttosto dallo straordinario livello dei prodotti degustati dal nostro panel“.
Un panel qualificato – coordinato da D’Agostino e composto da Fabio De Raffaele, Antonio Marcianò, Luciano Nebbia, Antonio Pellegrino, Enrico Pozza e Sussanna Varano – che ha confermato la classe dei Franciacorta (11 premiati), la crescita innegabile del Prosecco (la recente docg si è aggiudicata ben 8 premi), il solido talento trentino (9) e poi via via gli altri tra conferme e sorprese con rappresentate zone tradizionalmente vocate come Piemonte (3), Alto Adige (2) e Lombardia (2) e territori meno abituali come Sicilia, Abruzzo, Umbria e Puglia.


Prezzo di copertina: 15 euro.

Le 5 Sfere 2010

  • Giuseppe Galliano Brut Riserva 2001 Borgo Maragliano
  • Gavi Soldati La Scolca Brut 2002 La Scolca
  • Gavi Soldati La Scolca D’Antan Brut 1997 La Scolca
  • Oltrepò Pavese Pinot Nero Écru Nature 2004 Anteo
  • Franciacorta Riserva Vittorio Moretti Extra Brut 2002 Bellavista
  • Franciacorta Gran Cuvée Pas Operé Extra Brut 2003 Bellavista
  • Franciacorta Brut 2005 Ca’ del Bosco
  • Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi Brut 2002 Ca’ del Bosco
  • Franciacorta Giovanni Cavalleri Collezione Esclusiva Brut 2001 Cavalleri
  • Franciacorta Brut 2005 Ferghettina
  • Franciacorta Extra Brut 2002 Ferghettina
  • Franciacorta Ante Omnia Satèn 2004 Majolini
  • Franciacorta P.R. Brut Monte Rossa
  • Franciacorta Comarì del Salem Extra Brut 2004 Uberti
  • Franciacorta Sublimis Non Dosato 2003 Uberti
  • Franciacorta Cuvette Brut 2004 Villa
  • Trento Riserva Altemasi Graal Brut 2002 Cavit
  • Trento Giulio Ferrari Riserva del Fondatore Brut 2000 Ferrari
  • Trento Perlé Nero Extra Brut 2003 Ferrari
  • Trento Riserva Brut 2004 Letrari
  • Trento Riserva Methius Brut 2003 Metius
  • Alto Adige Riserva Hausmannhof Brut 1999 Haderburg
  • Prosecco di Valdobbiadene Vigneto Giardino Dry 2008 Adami
  • Valdobbiadene Superiore di Cartizze Dry 2008 Bortolomiol
  • Valdobbiadene Superiore di Cartizze Dry 2008 Col Vetoraz
  • Valdobbiadene Suprème Dry Le Bertole
  • Valdobbiadene Prosecco Superiore di Cartizze Dry Orsola Andreola
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva Ubaldo Rosi Brut 2004 Colonnara
  • La Dama Forestiera Nature Brut 2003 D’Araprì
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.