Biancoenero: una storia vera in un racconto divertente

Sally Nicholls e Il grande caos dei telefoni

La talentuosa autrice inglese Sally Nicholls è partita da un episodio realmente accaduto per costruire una storia che intreccia le vite e le vicende di tanti diversissimi personaggi. Il grande caos dei telefoni, il libro illustrato da Naida Mazzenga e pubblicato nella collana Zoom (rigorosamente ad alta leggibilità) di biancoenero edizioni, è stato inserito nel catalogo 2020 di Read for Emphaty Collection che ogni anno seleziona i migliori testi per bambini e ragazzi che contribuiscono a sviluppare l’empatia. E la condivisione di questa capacità è uno dei grandi meriti di questo piccolo grande libro.


La storia comincia in un villaggio sul quale si è abbattuta una forte pioggia con vento, tuoni e fulmini. Proprio uno di questi ultimi ha colpito un grosso albero e i telefoni hanno smesso di funzionare. Eppure tutti gli abitanti del villaggio attendevano telefonate importanti: Margaret, organizzando la fiera, un gruppo scout, il cineclub e le attività dell’associazione femminista, attendeva un sacco di risposte; Jai aspettava trepidante le telefonate della sua amica Aditi ed Emily era preoccupata – essendo sola – a non poter disporre del telefono. L’unico ad essere sollevato dalla situazione era Will: grazie alle comunicazioni “impossibili”, sua madre sarebbe rimasta all’oscuro delle sue marachelle scolastiche. La disperazione durerà poco, ma non tutto si sistemerà. Quando i telefoni riprenderanno a squillare, però, la cosa sarà tutt’altro che risolta: Emily si ritroverà a parlare con Aditi, la mamma di Will riceverà informazioni riguardo alla fiera del villaggio e Margaret sarà costretta a spiegare alla scuola di non essere a conoscenza del cattivo comportamento di Will… e poi, Will chi?

Una gran confusione di notizie che avrà il pregio di mettere in “comunicazione” dei vicini di casa che mai si sarebbero aspettati di intromettersi negli affari altrui, ma che si ritroveranno, così, a conoscersi e a condividere le emozioni di ognuno. Riferendo le telefonate ricevute ognuno di loro avrà modo di conoscere l’altro, ascoltarlo, sollevarlo, sostenerlo. Nella grande comunità del villaggio entreranno Arthur – appena trasferitosi con i suoi genitori – e Aditi; Will imparerà qualcosa da Jai ed Emily si ritroverà a essere il collante di una “squadra” sempre più affiatata.

Il grande caos dei telefoni (libro consigliato per un pubblico di lettori dagli 8 anni) è una storia che scorre leggera e veloce; la piacevolezza delle pagine però non è mai superficialità. Sally Nicholls dimostra con semplicità come da un contrattempo, da un problema, può nascere qualcosa di bello e profondo. Ognuno di questi personaggi è costretto a mettersi nei panni dell’altro senza essere invadente e mai giudicare. Una lezione importantissima ad ogni età.

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.