Una Fiaba per ASROO: “Il mostro di Allegropoli” vince la sezione Ragazzi del Concorso Letterario Nazionale “IL DONO”

LUIGI PUZZOLANTE
Il mostro di Allegropoli – C’era una volta una città, Allegropoli, dove tutti erano gioiosi: adulti e bambini sorridevano sempre, anche se venivano licenziati o prendevano brutti voti. Ma viveva nel bosco di Tristezia, in una grotta, un mostro a due teste, quattro braccia e sette gambe; era tutto nero e si chiamava Tristgull. Era sempre preso in giro dagli abitanti di Allegropoli; ma con il tempo il mostro di questo si stancò. Un giorno, preso dalla rabbia, rubò l’allegria a tutte le persone della città.

Quello stesso giorno, a teatro, si stava esibendo un famoso comico che si chiamava Ridolin, ma quando iniziò a parlare sentì che dalla bocca gli uscivano solo offese e pettegolezzi di cattivo gusto. Allora andò a chiedere aiuto al suo amico avventuriero John, una scimmia dal pelo grigio e alta la metà di lui, e insieme si avviarono alla ricerca di Tristgull, verso la grotta del bosco di Tristezia.
Arrivati vicino alla caverna, sentirono delle risate, le più sguaiate che avessero mai sentito. Appena il mostro li vide fuggì via come un fulmine e, nonostante un lungo inseguimento, non riuscirono a catturarlo.

I due andarono a chiedere aiuto al dottor Animus che disse a Ridolin:
-“Tieni! Questa è una crema di squame di drago, prova a mettertela sulla tua bocca”-
Lui ci provò ma non funzionò, continuava a dire cattiverie e bugie.
Allora il dottore aggiunse:
-“Tieni, bevi! Questo è sangue di grillo ”-
Lui lo bevve, ma non funzionò neanche quello.
Il dottor Animus prese dal suo baule incantato uno strumento magico l’ “ INDIVIDUOTROMETRO ” e pronunciarono tutti insieme a voce alta: “Prova e cerca, cerca e prova, Tristgull subito per noi trova!”
In un battibaleno lo localizzarono, lo catturarono e gli ordinarono di ridar loro indietro l’allegria.
Ma non la presero tutta, ne lasciarono un po’ anche a lui in modo che potesse essere gioioso come tutti gli abitanti di Allegropoli. E, grazie a quel dono ricevuto, vissero tutti per sempre felici e contenti.

“Il mostro di Allegropoli” di Luigi Puzzolante
Primo posto nella categoria ragazzi del concorso nazionale Il Dono – ASROO

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.