“Buona notte bambini”: parole e suoni per addormentarsi meglio. Una guida per il sonno sereno

Buonanotte bambini_chronicalibri_Alberto PellaiGiulia Siena
TRENTO – Andare a dormire. Molte volte, per tante famiglie, diventa il momento più critico della giornata. Quando, a questo, si aggiunge anche la poca consapevolezza degli spazi e dei tempi, diventa un vero e proprio dramma per bambini e genitori. Buona notte bambini, il libro – correlato da un CD audio contenente la favola, sei ninne nanne e alcuni suggerimenti educativi – di Alberto Pellai e illustrato da Giuliano Lunelli è un vero e proprio vademecum per affrontare serenamente questo importante processo. Pubblicato da Edizioni Centro Studi Erickson,è la storia di Lollo, il gattino che, pronto per la nanna, dopo le coccole di Mamma Gatta, si trova a rincorrere il suo gomitolo di lana per tutta la città. Quel filo rosso ha deciso, quella sera, di fuggire e percorrere vicoli e strade buie; Lollo inseguendo il suo gomitolo incontra farfalle e lumache, fiori e formiche, tutti pronti per andare a dormire. Lollo no, Lollo è ormai distante da casa, ormai non sa più precisamente dove si trovi, è stanco ma non è nel suo lettino; intanto il gomitolo è diventato piccolo e si dipana tra le fioche luci della sera. Lontano da lì, accanto al cestino vuoto di Lollo, Mamma Gatta si chiede disperata dove sia finito il suo piccolo; vede il filo e lo segue.

Oltre la favola, però, Buona notte bambini contiene preziosi suggerimenti su come affrontare al meglio il momento del sonno. Alberto Pellai, dall’alto della sua esperienza come psicoterapeuta, ricercatore universitario e docente di corsi di formazione per genitori e docenti (nel 2004 ha ricevuto la medaglia d’argento al merito della sanità pubblica dal Ministero della Salute), dispensa consigli per addormentarsi sereni. Nell’ultima parte del libro, infatti, diverse pagine sono dedicate alle problematiche legate ai luoghi e ai tempi della nanna soprattutto durante i primi mesi di vita del bambino.

 

Ottima guida per genitori e docenti.

 

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.