18 e 19 febbraio, due giorni per il grande decennale del Modena Buk Festival

MODENAModena Buk Festival festeggia la decima edizione. Sabato 18 e domenica 19 febbraio l’evento, diretto da Francesco Zarzana e organizzato da ProgettArte, si svolgerà nella suggestiva cornice del Foro Boario dove oltre 100 griffe della piccola e media editoria italiana hanno riservato il loro spazio e dove saranno per la prima volta annunciate le loro novità e anteprime 2017. Modena Buk, infatti, aprirà come sempre la primavera dei festival letterari italiani: e proprio in considerazione di questo sold out espositivo l’organizzazione è al lavoro per schiudere nuovi spazi alle tante case editrici in lista d’attesa per raggiungere Buk 2017. 
Va alla giornalista Barbara Schiavulli, reporter di trincea, nota al grande pubblico per i reportage spesso rischiosissimi dalle aree piu’ calde e pericolose del mondo, il Premio Speciale Buk 2017: un riconoscimento per “l’impegno che da molti anni unisce le qualità del giornalismo di guerra alla capacità di raccontare quei fronti attraverso le pagine di un libro”. Barbara Schiavulli, Premio Luchetta 2007, riceverà il riconoscimento sabato 18 febbraio a Buk. E domenica 19 sarà ospite del Festival per un altro prestigioso incontro: la presentazione del suo ultimo libro “Bulletproof Diares – Storie di una reporter di guerra”, la graphic-novel con i disegni di Emilio Lecce. Barbara Schiavulli ha seguito i conflitti più caldi degli ultimi vent’anni. Vincitrice di numerosi premi, ha pubblicato tre libri (Le farfalle non muoiono in cielo, Guerra e Guerra e la Guerra Dentro, le emozioni dei soldati). Il suo ultimo progetto è stato co-fondare Radio Bullets, una webradio che si occupa di esteri. Con il fumettista Emilio Lecce, autore anche del libro “Giancarlo Siani”, racconta per Round Robin Editrice 40 anni di guerra, analfabetismo, povertà e donne che lottano ma spesso soccombono alla tradizioni. Talebani mai sconfitti, soldati internazionali che combattono e poi se ne vanno prima ancora che si possa dire “missione compiuta”. A 15 anni dalla caduta delle Torri Gemelle, ripercorriamo le strade di più di un decennio afgano con 30 viaggi, fiumi di storie e di persone incontrate, tra i talebani, politici, militari, ma soprattutto fra la gente, unico motivo, per il quale un Paese merita sempre di essere amato.

Vedi QUI il Programma completo di Modena Buk Festival 2017.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.