Hop,”Amore mio illuminato”: artisti messi a nudo dall’amore

Giulia Siena
PARMA
– L’amore salvifico, paziente, provvisorio. L’amore anelato, interpretato, maturo. L’amore e la fuga, l’amore e la necessità, l’amore e la follia. Lorenza Tonani e Giulia Rosa raccontano e illustrano l’amore: vissuto come passione e simbiosi, scambio e cura, sodalizio artistico o viaggio altrove di venti coppie di artisti che hanno impresso il loro sguardo sul mondo. Amore mio illuminato, il bellissimo albo pubblicato da Hop!, percorre, infatti, attraverso le storie di personaggi eclettici e visionari, tante e differenti tipologie d’amore.

Non fermatevi qui, però, perché questo non è il solito libro incentrato sul sentimento più discusso e inseguito; no, qui l’amore non è banalizzato, non diviene accessorio e non è un escamotage per raccontare altro. No, l’amore è protagonista indiscusso, ed è attraverso esso e in esso che si narrano scrittori del calibro di Alberto Moravia e Elsa Morante, Virginia Stephen e Leonard Woolf, Simone de Beauvoir e Jean-Paul Sartre, oltre che artisti quali Jeanne Moreau e Francois Truffaut, Yves Saint Laurent e Pierre Bergé, Federico Fellini e Giulietta Masina. Amori diversissimi che sono stati sbandierati e nascosti, chiacchierati o solamente sussurrati e che hanno camminato di pari passo alle opere d’arte prodotte o ai successi raggiunti.

Amore mio illuminato è una mappa ragionata e raffinata nelle venature più profonde e auliche dell’amore. Registi, attori, stilisti, interpreti e autori, in queste pagine, vengono rappresentati non solo come intellettuali ed artisti di talento, ma come uomini e donne osservati nella loro gioia e nelle loro debolezze, fragilità, tenerezze. Spogliati di fronzoli, raccontanti nella loro verità di fronte all’amore. Un grande lavoro attorno alle biografie e alla periodizzazione storica da non sottovalutare.

“Il nostro primo incontro io non me lo ricordo, perché in realtà io sono nato il giorno in cui ho visto Giulietta per la prima volta”. Federico Fellini

“Sei ancora la sola persona che sa dire le cose che mi vanno al cuore”. Alberto Moravia

Informazioni su Giulia Siena

Direttore. Per gli amici: il direttore di ChrL. Pugliese del nord, si trasferisce a Roma per seguire i libri e qui rimane occupandosi di organizzazione di eventi e giornalismo declinato in modo culturale e in salsa enogastronomica. Fugge, poi, nella Food Valley dove continua a rincorrere le sue passioni. Per ChrL legge tutto ma, come qualcuno disse: "alle volte soffre un po' di razzismo culturale" perché ama in modo spasmodico il Neorealismo italiano e i libri per ragazzi. Nel 2005 fonda la rubrica di Letteratura di Chronica.it , una "vetrina critica" per la piccola e media editoria. Dopo questa esperienza e il buon successo ottenuto, il 10 novembre 2010 nasce ChronicaLibri, un giornale vero e proprio tutto dedicato ai libri e alle letterature, con occhio particolare all'editoria indipendente. Uno spazio libero da vincoli modaioli, politici e pubblicitari. www.giuliasiena.com
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.