Robin edizioni: “Quarantena Roma” di Dario Giardi

Daniela Distefano
CATANIA
Prologo. Roma, anno 2100
“Il nome della mia famiglia è fin troppo conosciuto. È grazie al nonno che, senza particolari meriti, anche io, come tutti quelli che portano questo cognome, sono emerso dall’anonimato. È stato un mito per tutti ed anche per me. Ero molto piccolo quando se ne è andato. Ora vivo in quella che per tanti anni è stata la sua casa. Pensavo di conoscerla, di averla esplorata in ogni anfratto ma l’altro giorno mi ha regalato qualcosa di inaspettato.

Un vecchio skinphone, rimasto sepolto sotto una pila di libri d’antiquariato, ha attirato la mia attenzione. Tra composizioni musicali e fotografie olografiche di siti archeologici, ho trovato al suo interno una serie di file audio con la voce del nonno. Sono divisi in ricordi e ripercorrono quei giorni di cui tanto ho sentito parlare.
Un passato che, da quanto mi ha riferito mio padre, il nonno non ha mai avuto piacere nel ripercorrere e forse per questo mi appaiono ancor più insoliti e interessanti. In questa giornata dal cielo coperto ma luminosa, ho deciso di ascoltarli”.

Siamo a Roma, nel 2100. In una lunga notte da incubo si propaga una scia di omicidi. Scatta la paura. In poche ore la città diventa teatro di ripetuti atti di violenza. All’origine di tutto sembra esserci un virus letale capace di trasformare gli esseri umani in bestie feroci. Le cause del contagio rimangono ignote, intanto il numero delle persone infette aumenta pericolosamente raggiungendo rapidamente i livelli di una pandemia mondiale. Un gruppo di giovani cerca di sopravvivere rifugiandosi in una zona solitaria della Capitale. Persino la Città del Vaticano viene blindata e militarizzata; biologi e medici hanno allestito laboratori dove sperano di neutralizzare virus. Si diffonde il panico come pioggia maledetta. Quarantena Roma di Dario Giardi (Robin edizioni) è un romanzo distopico, narrato con un linguaggio equilibrato, attento alle sfumature grigie dei caratteri dei protagonisti.

“ Di notte, quando non si dorme, le preoccupazioni
si moltiplicano, crescono, si amplificano; man
mano che le ore passano l’indomani si oscura, il peggio
raggiunge l’evidenza, più nulla sembra possibile e
superabile, più niente sembra tranquillo”.

Quarantena Roma è una vicenda che ha come sfondo la Capitale travestita da scenario apocalittico. Lo scrittore ha profuso nel libro la propria esperienza di esperto nel campo ambientale ed energetico per far riflettere sui cambiamenti climatici che potranno influenzare il nostro futuro.Come autore di guide turistiche ha, inoltre, utilizzato le sue competenze in merito per far conoscere luoghi e storie insolite della Città Eterna. Ne vien fuori un testo concentrato sugli effetti dell’azione umana nel pianeta:
“L’uomo è malvagio e questa non è altro che una punizione. Gaia, la nostra Terra, è un organismo vivente, pensante, proprio come noi. Non l’abbiamo rispettata, non abbiamo mai pensato di dover necessariamente condividere questo spazio vitale per entrambi e lei ha reagito. Giustamente. Ci considera come un virus, un virus da abbattere”.
In mezzo all’impasto letterario non mancano gli ingredienti dell’amore, dell’amicizia, dello straniamento, della verticalità della vita che non ci consente di assaporarla con giusta misura. Un romanzo che racconta il futuro con il metro visivo odierno. La ferocia del Male può essere combattuta sempre con metodi che sono umani solo per metà. Il resto è è un enigma affascinante. E’ l’Amore che ha molti nomi e un solo significato, il Bene assoluto, che noi mastichiamo come coriandolo quando ci innamoriamo, quando perdiamo qualcuno che ci è caro, quando affondiamo e non sappiamo chi ci ha salvati.

Dario Giardi, dottore di ricerca in campo energetico ambientale, autore di guide turistiche e di romanzi, è diplomato in Teoria e Armonia musicale al Berklee College of Music di Boston, e specializzato in Music for Wellness presso il medesimo College. Ha pubblicato il libro Viaggio tra le note: i segreti della teoria e dell’armonia musicale. Collabora con il noto portale Auralcrave, dove scrive di storia della musica. Ha pubblicato gli album strumentali Childhood skies e Finistère.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.